Nicoletta Grillo

Wine4Poetry

Nicoletta Grillo

Nicoletta GrilloNicoletta Grillo nasce a Milano nel 1971. Dopo la Laurea in Filosofia all’Università Statale comincia a lavorare come giornalista free lance. Nel 2000 si trasferisce a Berlino, dove è per due anni redattrice allo studio di corrispondenza della Rai. Poi ritorna alla filosofia e consegue un dottorato su Paul Valéry alla Humboldt Universität zu Berlin. Ora continua la sua attività di autrice e pubblicista e si occupa di divulgazione culturale con reading poetico musicali, videopoesia (video che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti in Italia e in Francia), e incontri di approccio creativo alla poesia nelle scuole.  Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: la silloge Lettere all’amministrazione del condominio, uscita per Lieto Colle nel 2014, vincitrice l'anno successivo del riconoscimento come migliore opera prima di poesia al Premio internazionale di Letteratura Città di Como; la plaquette Il tempo lungo, sette poesie accompagnate dalle immagini dell’artista Béatrice Nicolas, in una doppia edizione con traduzione francese e tedesca  uscita nel 2016 per Raum Italic in collaborazione con Un zèbre sur la lagune; la silloge La pioggia che cade ieri uscita nel 2017 per la casa editrice La vita felice.

La Poesia

IL TEMPO LUNGO

Accumulo cose inutili 

leggere quello che tu leggi
ascoltare quello che tu ascolti
il nero del maglione nero
con la zip chiusa fino al collo

poi di nuovo leggere
quello che leggeresti
se gli stessi libri avessero per tutti
le stesse parole (e non è vero).

Accumulo e conto, ma manca sempre
la cosa più importante:
il calco aperto dagli occhi
nella tua mano grande.

Il Vino

La poesia di Nicoletta parla del rapporto fra l'uomo ed il tempo. Nella poesia viene descritto un ripetetersi continuo degli stessi gesti come tentativo di annullare le distanze sia fisiche che temporali. I gesti ripetuti sono inoltre gesti semplici, quotidiani, per cui la scelta è andata su un vino da bevuta quotidiana e per me e Nicoletta che siamo entrambi lombardi la scelta non poteva che ricadere su un barbera, in questo caso il "Terra" dei Vigneti Massa. Sia questo vino che le poesie di Nicoletta possono infatti essere quotidianamente degustati.

- Marco Callegaro, Cantine Sant'Ambrous -

La Poesia

Milano, Porta Garibaldi

Hai aperto le finestre
e quella bella luce grigia di Milano
- senza parole, senza direzione
con solo un caffè e il giornale di ieri
addormentato sul divano -
quella luce ha inondato a me
la valigia, a te le mani

così eccoci fradici
gonfi di nuvole tiepide
come bambini curiosi
persi in acqua di fontana

ma stancamente adulti, ormai
distratti, abbiamo serrato
svelti i rubinetti

Milano ora scappa e ci tossisce
in faccia la sua ultima umida,
ruvida risata.

Il Vino

 La poesia di Nicoletta parla di Milano, una metropoli in cui ci si reincontra e ci si riperde, ormai troppo seri, o adulti, per saper stare insieme con leggerezza: tutto questo mi ha fatto pensare al vino Libertario Rosso della Cantina vinicola La Viranda di Nizza Monferrato. Un rosso di gran carattere, che ci ricorda le nebbie della capitale lombarda, un vino deciso, che può risultare anche aspro, e speziato, come l'incontro di due persone che non sanno più come stare insieme, e che come la poesia di Nicoletta ricrea un'atmosfera allo stesso tempo tenera e speziata.

- Lorenzo Ninni, Nuvole in Cantina -